CAMMINO D’AVVENTO 2017

Per approfondire il tema dell’anno “CUORE A CUORE: L’INCONTRO” abbiamo pensato che anche il cammino d’Avvento potesse diventare un momento speciale di riflessione sul significato dell’ “INCONTRO” , in particolar modo vedere come la FAMIGLIA sia un luogo privilegiato di INCONTRO.

Papa Francesco nei suoi discorsi ripete spesso che la FAMIGLIA è l’ambiente privilegiato dell’INCONTRO nella gratuità dell’amore.

Anche noi insegnanti siamo pienamente convinte che la famiglia sia davvero il primo e significativo ambiente in cui si sperimenta la bellezza della vita, la gioia dell’amore, la gratuità del dono, la consolazione del perdono offerto e ricevuto, e dove si inizia ad accogliere ed incontrare l’altro.

1Vivendo insieme in famiglia, nella quotidianità si imparano a conoscere i propri limiti, le proprie debolezze, ma si  imparano anche ad affrontare le difficoltà, a rispettare l’altro, a dialogare, ad essere disponibili, a condividere tutto ciò che si ha .

E’ in famiglia che si impara a vivere lo stile Cristiano che è il riflesso dello stile di Gesù . Uno stile che è attento ai bisogni, ai desideri degli altri, aperto al dialogo, gioioso e ottimista , missionario.

La famiglia è anche la prima portatrice della buona novella.

Sempre Papa Francesco ci ricorda che “La gioia del Vangelo riempie il cuore e la vita di coloro che si incontrano con Gesù.

Ecco il cammino che abbiamo proposto ai nostri  alunni nel  periodo di AVVENTO per aiutare e invitare bambini a vivere in famiglia uno stile di vita aperto, gioioso, ottimista…

Di settimana in settimana, accompagnati dai Vangeli domenicali , da alcuni pensieri di Papa Francesco , da brevi riflessioni e preghiere, semplici segni e piccoli impegni  abbiamo cercato di far capire come  deve essere lo stile Cristiano da vivere in ogni famiglia.

Insieme ai bambini abbiamo costruito la casa del “cammino d’Avvento” : la casa in cui vive la famiglia, la casa che spalanca le finestre per permettere alla luce di entrare, che apre la porta per esse
re aperta al dialogo e al perdono , che si addobba a festa e consente alla famiglia di uscire per rendersi nel contempo accogliente e missionaria.3

E’ stato un cammino vissuto nella semplicità , ma insieme abbiamo  cercato di stimolare i bambini,  ad aprire i nostri cuori per accogliere il messaggio d’amore e di salvezza che Gesù ha fatto a ciascuno di noi.

Questi i simboli  che ci hanno aiutato nelle nostre riflessioni per capire meglio lo stile

Cristiano da vivere nelle nostre famiglie:

Caffè:  per ricordarci di vegliare ed essere sempre attenti alle esigenze , ai bisogni di tutti i componenti della famiglia

Sale:per ricordarci che senza dialogo e il perdono la vita è senza sapore, proprio come lo è il cibo senza il sale

Zucchero: per ricordarci che ciascuno di noi è invitato ad essere portatore di gioia.

Lievito: per ricordarci che possiamo essere lievito (missionari) tra la gente portando il messaggio di Gesù.

2