CAMMINO DI QUARESIMA: “RISCOPRIAMO” LA CROCE!

Dopo la gioia del Carnevale, eccoci pronti per iniziare il nostro CAMMINO di QUARESIMA.

Anche questo percorso, come era stato proposto per l’Avvento, lo facciamo insieme: piccoli e grandi della scuola primaria.

Condividere un cammino è davvero un bel gesto di amicizia ed è bello farlo insieme!

Ascoltare, riflettere, accogliere ciò che Gesù ci vuol dire in questo periodo in preparazione alla Pasqua è un invito molto prezioso sia per noi insegnanti, che per tutti i nostri bambini.

E’ un’occasione davvero speciale, da non perdere!

Quaranta giorni a disposizione per “trasformarci”, per imparare a conoscere meglio il Suo Amore per noi, in cui avremo la possibilità di accoglierlo, conoscerlo, incontrarlo, pregandolo e diventando suoi amici.

Il nostro obiettivo sarà quello di far capire ai nostri bambini che solo amando con tutto il cuore, potremo assomigliare sempre di più a Lui, che è il nostro più grande amico.

Picture1

Come equipe insegnanti abbiamo pensato di partire dal Vangelo, proponendo un semplice momento di preghiera e di riflessione, prima di iniziare la nostra settimana.

Ogni lunedì mattina ci ritroveremo insieme piccoli e grandi ad ascoltare il Vangelo della domenica, (attraverso la lettura del brano, oppure una breve proiezione), ne discuteremo un po’ insieme, per capire meglio che cosa Gesù ci vuol dire, poi inviteremo loro a prendersi un piccolo impegno da mantenere durante la settimana.

Questo “fioretto” sarà scritto su un cuore che verrà posto su un crocifisso ben visibile a tutti, per ricordare meglio l’impegno preso e per non dimenticare che Gesù, si dona a noi morendo in croce, per togliere tutti i nostri peccati perché ci ama.

Il Signore non chiede molto, solo qualche piccola rinuncia e un po’ di buona volontà.

Saranno quindi per i nostri bimbi impegni molto semplici e concreti, come ad esempio pregare un po’ di più, anche insieme ai loro genitori, fare qualche rinuncia, come guardare meno televisione, ridurre il tempo davanti ai video-giochi, rinunciare a qualcosa che piace, aiutare un amico in difficoltà, aiutare la mamma in piccoli lavoretti domestici, o semplicemente fare un sorriso o scambiare due parole con una persona triste o sola…

Quello della Quaresima sarà perciò un cammino che richiederà a tutti un impegno costante, anche nelle piccole cose.  Solo così arriveremo alla Pasqua pronti, trasformati con la consapevolezza di sentirci amati dal Signore.

Picture2  Picture3